Kit Etichette LabelFresh Express per i 7 giorni della settimana (dispenser con 7 rotoli da 250 etichette l'uno)

Kit Etichette LabelFresh Express per i 7 giorni della settimana (dispenser con 7 rotoli da 250 etichette l'uno)

Ordine evaso in 1 settimana

Kit Etichette LabelFresh Express per i 7 giorni della settimana (dispenser con 7 rotoli da 250 etichette l'uno)

Disponibile
SKU
119888

Etichette LabelFresh Express sono valide per tutti e 7 i giorni della settimana. Per ogni giorno della settimana è disponibile un rotolo che è composto da 250 etichette. In tutto la confezione è composta da 1750 etichette.

was 65,81 € Prezzo speciale 32,90 € 26,97 €

Etichette Labelfresh Express, a cosa servono?

Il sistema Express è rivolto principalmente alle piccole imprese e alle ditte individuali in cui i cibi vengono solitamente trattati da una persona o solo occasionalmente da più lavoratori.

Su queste etichette, si dispone di spazio sufficiente per inserire una descrizione del prodotto e la data della lavorazione.

Queste etichette consentono di soddisfare i requisiti minimi previsti dalla legge in relazione alla sicurezza alimentare.

Dati da inserire (*sono obbligatori):

- Descrizione del prodotto;

- Data di produzione o data di scadenza*

Perchè acquistare le etichette LabelFresh PRO giorni della settimana HACCP

Ogni dipendente delle ditte di ristorazione è obbligato ad apporre sugli alimenti lavorati un’etichetta che descriva l’alimento, l’ora di inizio della lavorazione e la data. L’articolo 2 del D. Lgs 27 gennaio 1992, n°109 sancisce che “… L’etichettatura e le relative modalità di realizzazione sono destinate ad assicurare la corretta e trasparente informazione del consumatore…”.

Lo stoccaggio corretto

Un corretto stoccaggio delle materie prime è un’operazione fondamentale per aumentare la vita e la conservabilità degli alimenti e per garantirne una perdurante salubrità. Questa fase viene troppo spesso sottovalutata, puntando l’attenzione sulla preparazione e successiva cottura degli alimenti. Partire da un corretto stoccaggio però è la scelta giusta, perché la qualità di un singolo alimento attraverso la manipolazione da parte dell’uomo diminuisce nel tempo, e quindi per poter offrire piatti buoni e sani si deve partire dagli ingredienti e dalla loro qualità.

È importante gestire in maniera ottimale il proprio magazzino passando da una corretta fase di approvvigionamento, commisurata alle caratteristiche del proprio locale, considerando i volumi di consumo e lo spazio a disposizione. Dopo aver acquistato i beni è utile occuparsi della loro corretta rotazione, utilizzando la logica “Fifo” (first in, first out), ovvero: il primo prodotto acquistato dovrà esser lavorato per primo in modo da esser sicuri di smaltire sempre gli alimenti con data di scadenza più prossima.

Ci sono alcune distinzioni da fare tra gli alimenti deperibili e quelli non deperibili e gli accorgimenti da prendere con gli uni e con gli altri. Nel primo caso parliamo di prodotti da conservare a temperatura controllata, quali ad esempio latticini, carne, pollame e pesce. Nel secondo, invece, siamo in presenza di prodotti da conservare a temperatura ambiente, come la pasta secca, il riso, la farina, la passata di pomodoro.

Prodotti deperibili

  • posizionare le verdure fresche “sporche” (ancora da lavare e pulire) sul ripiano in basso, anche perché per disporre gli alimenti in frigorifero occorre tenere conto dei vari ripiani del frigorifero che hanno temperature diverse ed adatte a determinate tipologie di prodotti
  • sistemare le derrate in varie dotazioni frigorifere secondo categoria merceologica
  • conservare i semilavorati in contenitori chiusi e idonei (plastica o acciaio) contrassegnati con apposita etichetta, per evitare contaminazioni con cibi sfusi (ad esempio le verdure) e per sapere quanto si possono conservare, grazie alla data segnata in etichetta
  • riporre le derrate negli impianti frigoriferi in modo che l’aria possa circolare liberamente attorno ad esse: riempire oltremodo il frigo infatti renderebbe difficile il passaggio dell’aria, peggiorando lo stato di conservazione dei cibi.

Prodotti non deperibili

  • disporre le derrate sulle scaffalature separando le diverse tipologie alimentari
  • garantire sufficiente areazione distanziando riso, pasta secca, farina e legumi
  • richiudere sempre le confezioni aperte in modo da evitare fuoriuscita del prodotto me prevenire la formazione di insetti: la pasta e la farina in particolare sono soggetti alla rapida comparsa di insetti che renderebbero inutilizzabili i prodotti
  • non conservare gli alimenti aperti in magazzino, ma in cucina all’interno di armadi chiusi (per evitare che possano rovinarsi e contaminare altri cibi presenti in luogo)

Ci sono poi alcuni accorgimenti da seguire che sono validi sia per gli alimenti deperibili che per quelli non deperibili:

  • rimuovere l’imballo secondario (ad esempio i cartoni), poiché questi potrebbero assorbire l’eventuale umidità in eccesso e rovinarsi, condizionando anche lo stato di conservazione dei cibi
  • mantenere tutte le derrate sollevate dai pavimenti di almeno 20 cm: le rigide procedure haccp prevedono che il cibo non possa mai esser messo a contatto con il pavimento, perché quest’ultimo è particolarmente soggetto alla presenza di batteri ed altri elementi responsabili della contaminazione dei cibi.

Con le etichette Etichette LabelFresh Express per i giorni della settimana HACCP puoi inserire tutte le informazioni necessarie per avere un corretto stoccaggio ed evitare le pesanti sanzioni imposte dalla legislazione. Con le nostre etichette potrai suddividere gli alimenti in base al giorno della settimana e verificarne le informazioni in qualsiasi momento.

Maggiori Informazioni
Peso (Gr.) 1236.00
N. pezzi per confezione 1750
Dimensioni mm 300×250
Materiale Carta
Numero di etichette per rotolo 250
Numero di rotoli per confezione 7
Spedito in 1 settimana
Fai una Domanda
Abbiamo trovato altri prodotti che ti potrebbero interessare!
Whatsapp